NOT ONLY ASTROPHOTOGRAPHY
Blog by Massimo Bernardi


https://massimobernardiastrophotography.blogspot.com

Il pianto della Madonna - The cry of the Virgin

 Permalink





"O figlio,figlio,figlio,

figlio,amoroso giglio!

Figlio,chi dà consiglio

al cor me' angustiato?

Figlio occhi iocundi,

figlio,co' non respundi?

Figlio perchè t'ascundi

al petto o' si lattato?"

"O croce ,e que farai?

El figlio meo torrai?

E que ci aponerai,

che non n'ha en sè peccato?"

"Et eo comenzo el corrotto;

figlio ,lo meo deporto,

figlio,chi me tt'ha morto,

figlio meo dilicato?

Meglio aviriano fatto

ch'el cor m'avesser tratto,

ch'ennella croce è tratto,

state desciliato".

"Figlio,ch'eo m'aio anvito,

figlio,pat'e mmarito!

Figlio,chi tt'ha firito?

Figlio,chi tt'ha spogliato?"

"Figlio,l'alma t'è scita,

figlio de la smarrita,

figlio de la sparita,figlio attossecato!

Figlio bianco e vermiglio,

figlio senza simiglio,

figlio,e a ccui ,'apiglio?

Figlio ,pur m'hai lassato!

Figlio bianco e biondo,

figlio volto iocondo,

figlio ,perchè t'ha el mondo ,

figlio,cusì sprezzato?

Figlio dolc'e placente,

figlio de la dolente,

figlio àte la gente

mala mente trattato.

Ioanni ,figlio novello,

morto s'è 'l tuo fratello.

Ora sento 'l coltello

che fo profitizzato.

Che moga figlio e mate

d'una morte afferrate,

trovarse abraccecate

mat'e figlio impiccato!"

JACOPONE DA TODI

 Comments

Il dado è tratto - The die is cast

 Permalink

 


Ormai ho deciso. Non ci sono più le condizioni per proseguire quel percorso che ho scelto quando, 43 anni fa, decisi di diventare un medico chirurgo. Un pò la stanchezza per dover ancora lavorare di notte e durante molti dei fine settimana a disposizione, un pò il distacco tra la mia idea di sanità e quella con cui invece mi devo confrontare quotidianamente e, non ultima, la sensazione che di uno come me non ci sia più bisogno. In fondo si può fare a meno di qualcuno con alle spalle qualche migliaio di interventi sul cuore e che ambirebbe a mantenere quel ruolo professionale che meriterebbe un veterano, come quando ti vengono a cercare per chiedere un parere o per condividere una decisione. Ma il nuovo corso non ha bisogno di questi soggetti, anzi. E così ho deciso di anticipare la mia collocazione a riposo, di andare in  pensione. Era in realtà una decisione che avevo maturato già da qualche tempo, potendo usufruire della legge che consente di andare in pensione con la cosiddetta “Quota 100”, anche se fino all’ultimo ho provato a vedere se vi era un’altra possibilità. Ma ormai è fatta, e per effetto dei molti giorni di ferie non fruiti in questi ultimi 30 anni di vita lavorativa, ho accumulato un “tesoretto” che mi consentirà di lasciare il lavoro già dal prossimo mese di settembre. Penso di essere contento di non dover più fare ore e ore di sala operatoria, ormai diventate pesanti, specie di notte; di essere contento di dormire tutte le notti a casa e di trascorrere i week ends con la mia famiglia, soprattutto mia moglie. Dispiace solo che questa decisione sia un pò una fuga, avrei preferito andarmene camminando e non di corsa…

Ma ormai il “dado è tratto”.

*****

I have now decided. There are no longer the conditions to continue the path I chose when I decided to become a surgeon 43 years ago. A little tiredness from still having to work at night and during many of the week ends available, a little bit of the gap between my idea of ​​health and the one I have to deal with every day and, last but not least, the feeling that someone like me is no more need. After all, you can do without someone with a few thousand heart surgeries and who would aspire to maintain the professional role that a veteran deserves, like when someone come looking for you to ask for an opinion or to share a decision. But the new course does not need these subjects, quite the contrary. And so I decided to anticipate my retirement. It was actually a decision that I had matured for some time, being able to take advantage of the law that allows you to retire with the so-called "Quota 100", even if until the last I tried to see if there was another possibility. By now it's done, and due to the many days of vacation not taken in the last 30 years of working life, I have accumulated a "little treasure" that will allow me to leave my job as early as next September. Happy to no longer have to do hours and hours in the operating room, which have now become heavy, especially at night;  happy to sleep every night at home and spend the week ends with my wife. I'm just sorry that this decision is a bit an escape, I would have preferred to leave walking and not running ... 

But now "the die is cast".

 Comments

Stati d'animo - Moods

 Permalink


U. Boccioni, 1911 - Stati d'animo. Gli addii



Se la tua vita fosse rappresentata in un grafico come sarebbe questo grafico? Nella vita che piace a te e che ti saresti sempre immaginato e avresti desiderato, la linea punterebbe verso l’alto. La felicità e il benessere, i sogni realizzati e quant’altro nell’asse delle Y, mentre il tempo scorre nell’asse dell X. Possono accadere avvenimenti che tendono a riportarla in basso, ma se la tua esistenza è costruita su basi solide, prima o poi la linea risale. Tanti avvenimenti negativi sono attesi, si verificano mediamente nelle vite di tutti e fanno parte della nostra esistenza; altri non sono previsti e in quanto tali, inaspettati e dolorosi, possono far precipitare la linea verso il baratro. Quando tutto sembra perduto, l’unica possibilità di risalita è che questi periodi siano solo momenti,  stati d’animo transitori, che non siano degli addii. La vita a volte ci costringe a resettare le nostre priorità, a vedere le cose con occhi diversi, che prima erano offuscati. Non è facile, ma uno stato d’animo può mutare nuovamente e far crescere l’io più consapevole. Quando c’è amore, gli addii possono attendere.



_______________



If your life could be represented in a chart, what would this chart be like? In the life that you like and that you would have always imagined and wished for, the line would point upwards. Happiness and well-being, dreams made and anything else in the Y axis, while time flows in the X axis. Events may occur that tend to bring it down, but if your existence is built on solid foundations, sooner or later the line goes up. Many negative events are expected, occur on average in everyone's lives and are part of our existence; others are not foreseen and as such, unexpected and painful, they can precipitate the line towards the abyss. When everything seems lost, the only way back up is that these periods are only moments, transient moods, that are not goodbyes. Life sometimes forces us to reset our priorities, to see things with different eyes, which were previously clouded. It is not easy, but a mood can change again and make the more aware self grow. When there is love, goodbyes can wait.


 Comments

COVID 19 -bis: Il Sacrificio della regina - The Queen Sacrifice

 Permalink


Dopo circa due mesi di battaglie contro il coronavirus (SARS-CoV-2) i governi hanno deciso di allentare la stretta che sta soffocando l'economia dei paesi. Nel mondo, chi più chi meno, si riprendono alcune attività lavorative e commerciali, non senza le solite polemiche di chi vorrebbe tutto e subito. Il governo italiano ha mantenuto alcune limitazioni e tra qualche giorno, dopo la prima settimana, vedremo se c'è un qualche cambiamento. Al momento però, a fronte di un netto calo di nuove infezioni e di una netta diminuzione della pressione nelle strutture ospedaliere, i decessi sono ancora un numero elevato. Ci si lamenta del fatto che il mostro economico chiamato "Calcio", con tutti i suoi interessi e privilegi, non possa riprendere da subito, come se portare a termine il campionato della serie A fosse una priorità nazionale. Ma, francamente, non so con quale occhi gli italiani guarderanno questi signori che si divertono a giocare guadagnando milioni di euro dopo quello che è successo. Se non altro gli italiani che hanno avuto i loro cari caduti in questa tragedia e che non hanno potuto neanche salutare. Il pericolo di un ritorno di fiamma del Covid-19 c'è e va tenuto presente, ma pare che l'uomo non sia disposto verso un ulteriore sacrificio della propria libertà personale. Speriamo bene, perchè se dovesse ripetersi una situazione come quella appena passata non so se stavolta reggeremo. E soprattutto non avremo tanta voglia di ritornare in trincea. Il concetto di sacrificio era ben noto ai nostri padri/nonni che durante le guerre mondiali hanno dovuto sopportare ben altre sofferenze. E i sacrifici, se occorrono, devono essere fatti da tutti! Negli scacchi il concetto di sacrificio trova il massimo della sua espressione; anche la stessa Regina può essere sacrificata per arrivare al risultato finale che è la vittoria! A tal proposito, per chi fosse interessato al gioco degli scacchi, qui segue un mirabile esempio di sacrificio che è valso la pena affrontare nella famosa partita 

Anderssen-Kieseritzky, detta "l'Immortale", giocata il 21 giugno 1851 a Londra, con il sacrificio proprio della Regina. Godetevela!




After about two months of battles against the coronavirus (SARS-CoV-2), governments have decided to ease the grip that is stifling the countries' economy. In the world, some more or less, some work and commercial activities are resumed, not without the usual controversy of those who would like everything immediately. The Italian government has maintained some limitations and in a few days, after the first week, we will see if there will be any change. At the moment, however, despite a sharp drop in new infections and a sharp drop in pressure in hospitals, deaths are still a large number. We complain that the economic monster called "Football", with all its interests and privileges, cannot resume immediately, as if completing the Serie A championship was a national priority. But frankly, I don't know with what eyes the Italians will look at these gentlemen who enjoy playing and making billions after what happened. If nothing else, the Italians who have had their loved ones fallen in this tragedy and who have not even been able to say goodbye. The danger of a Covid-19 flashback is around the corner, but it seems that man is not willing to further sacrifice his personal freedom. We hope well, because if a situation like the one just passed were repeated I don't know if this time we will hold up. And above all, we will not have a great desire to return to the trenches. The concept of sacrifice was well known to our fathers / grandparents who during the world wars had to endure much more suffering. And sacrifices, if necessary, must be made by everyone! In chess the concept of sacrifice finds its maximum expression; even the Queen herself can be sacrificed to reach the final result which is victory! In this regard, for those interested in chess, here follows an admirable example of sacrifice that was worth facing in the famous Anderssen-Kieseritzky game, called "the Immortal", played on June 21, 1851 in London, with the proper sacrifice of the Queen. Enjoy it!





 Comments

COVID-19

 Permalink


E' arrivato e arrivando ha provocato dolore e morte. Nessuno avrebbe mai immaginato che una influenza come tante altre, così almeno veniva chiamata quella che poi è una vera e propria pandemia, avrebbe lasciato una scia di dolore che rimarrà impressa nelle nostre menti per tutto il resto della nostra vita. Qui al Nord-Italia la situazione è talmente drammatica che siamo ormai ridotti allo stremo. Io vado in ospedale a fare il mio dovere con la voglia di essere utile a questa povera gente ma anche con l'animo tetro di chi alla fine sa di essere andato incontro ad un'altra sconfitta. Ma come tutte le cose, anche questa prima o poi finirà, e la speranza è che nei palazzi del nostro Governo ci si ricorderà dei soldati mandati in prima linea a combattere con fucili finti e baionette, ci si ricorderà di quando per risparmiare sono stati fatti tagli economici alla Sanità e non si è favorita la ricerca e lo sviluppo scientifico, costringendo i nostri giovani medici e sanitari ad emigrare fuori dal nostro paese per trovare una collocazione. Ma siamo in Italia, dove basterà una bella giornata di sole per dimenticare tutto.

____________

It arrived and on arrival he caused pain and death. No one would have ever imagined that a "flu like many others", at least what was then called a real pandemic, would have left a trail of pain that will remain etched in our minds for the rest of our lives. Here in Northern Italy the situation is so dramatic that we are now reduced to the extreme. I go to the hospital to do my duty with the desire to be useful to these poor people but also with the gloomy soul of those who in the end know they have met another defeat. But, like all things, this sooner or later will end, and the hope is that in the buildings of our government we will remember the soldiers sent to the front lines to fight with fake rifles and bayonets, we will remember when to save money they were made economic cuts to Health and scientific research and development has not been favored, forcing our young doctors and health workers to emigrate out of our country to find a place. But we are in Italy, where a beautiful sunny day will be enough to forget everything.
 Comments

Tea 2.0

 Permalink


Tu, così dolce, solare e sempre con il sorriso. Tu che non pensi mai male di nessuno e che ti fai volere bene da tutti. Tu che per mestiere e per dedizione verso il prossimo sei sempre stata disponibile con tutti. Poi, all'improvviso,  la vita ti ha messo difronte alla più grande delle delusioni. Sei caduta ma, ancora col sorriso,  hai saputo rialzarti e hai continuato ad essere quella di prima, solo un pò più sola. Tutti noi che ti vogliamo bene abbiamo sempre sperato che il destino ti concedesse una seconda possibilità. E forse ora il destino ci ha messo del suo, finalmente. Emozioni che ritornano e  vita che che è ad una nuova svolta? Speriamo. E' giunto il momento di resettare tutto, è uscita la versione "Tea 2.0"!
________

You, so sweet, sunny and always with a smile. You who never think of anyone badly and who make you love everyone. You who have always been available to everyone by profession and dedication to others. Then, suddenly, life put you in front of the biggest disappointment. You fell but, still with a smile, you were able to get up and continued to be the same as before, just a little more alone. All of us who love you have always hoped that fate would give you a second chance. And, maybe, now fate has put its own, finally. Emotions that come back and and life that is at a new turning point? Let's hope. The time has come to reset everything, the "Tea 2.0" version is out!

 Comments

La GM 2000 va in clinica - GM 2000 goes to the clinic

 Permalink


Prima o poi doveva accadere. La mia montatura equatoriale, 10Micron GM 2000, dopo una dozzina di anni di servizio ha bisogno di manutenzione. Le pose dell’ultimo mese sono venute male, con stelle oblungate sebbene il grafico di tracking abbia sempre mostrato valori di RMS (root Mean Square) decenti, tea 0.1 e 0.3 pixels. Ora anche riprendendo con la corta focale del mio Takahashi FSQ 106N (530mm) non si riesce a fare più una posa degna di questo nome. Probabilmente la cinghia di trazione, o il grasso sulle ruote dentate e cos’altro sono da rivedere. Il problema è che ho dovuto smontare tutto il mio setup in osservatorio, che è una cosa complicatissima (due ottiche in parallelo con due camere ciascuna e tutta la circuiteria elettronica annessa. Ho dovuto mappare con foto e schemi tutti i collegamenti e le posizioni dei singoli accessori inoltre che il passaggio dei singoli cavi. 
E ora spero che quando rimonterò tutto non avrò problemi…

_____________


Sooner or later it had to happen. My 10Micron GM 2000 equatorial mount after a dozen years of service needs maintenance. The poses of the last month have gone wrong, with oblong stars although the tracking graph has always shown decent RMS (Root Mean Square) values, between 0.1 and 0.3 pixels. Now even shooting with the short focal length of my Takahashi FSQ 106N (530mm) you can no longer make a pose worthy of the name. Probably the traction belt, or the grease on the gear wheels and what else are to be reviewed. The problem is that I had to disassemble all my setup in the observatory, which is a very complicated thing (two optics in parallel with two cameras each and all the attached electronic circuitry). I had to map with photos and diagrams all the connections and positions of the individual accessories as well as the passage of the individual cables. And now I hope that when I reassemble everything I will have no problems ...
 Comments

Sharpless 261 procede - Sharpless 261 work in progress

 Permalink

Contrariamente alle previsioni, le successive notti hanno consentito qualche ora di cielo senza luna e senza nuvole, sebbene il seeing non fosse un granché. Ho potuto quindi riprendere Sharpless 261 anche con il filtro Ossigeno 3, che insieme alla precedente sessione in H-alfa mi consente quantomeno di ottenere una immagine a colori con la tecnica della Bicolor Palette. Il software di elaborazione Pixinsight possiede potenti algoritmi matematici per uso image processing e i lavori sono quasi terminati. Tra qualche giorno, se l'immagine finale risulterà soddisfacente, la pubblicherò nella Gallery del mio sito.

_________


Contrary to forecasts, the following nights allowed a few hours of moonless and cloudless sky, although seeing was not very good. I was therefore able to shoot Sharpless 261 also with the Oxygen 3 filter, which together with the previous session in H-alpha filtering allows me at least to obtain a color image with the Bicolor Palette technique. Pixinsight processing software has powerful mathematical algorithms for image processing use and the works are almost finished. In a few days, if the final image is satisfactory, I will publish it in the Gallery of my site.
 Comments

Con le tue gambe - With your legs

 Permalink



Lontano dal clamore dei turisti sui campi da sci, ci sono luoghi di pace e solitudine dove l'unico rumore è il silenzio. Alle pendici del Monte Tantanè (2733 mt) in Valle D'Aosta, a quota 2400 mt, si arriva un pò stanchi ma soddisfatti.  Gli altri, nella valle accanto, salgono con le cabinovie e i vari impianti di risalita; noi arriviamo a piedi con le nostre gambe e le nostre ciaspole, ma stando ben lontani da loro, da quelle piste battute dai gatti delle nevi e preparate per il bisogno di scivolare giù dalla cima. Vuoi mettere arrivare in cima con le tue gambe? Vuoi mettere fermarsi a guardare quello che c'è intorno, senza che altri rimangano attaccati ai tuoi gomiti? Vuoi mettere camminare sulla neve fresca, in salita e conquistarsi le meraviglie che si pongono davanti ai tuoi occhi? La montagna si deve guadagnare, faticosamente, e si deve rispettare. Quei pali di metallo e quei cavi sospesi nel paesaggio, sono uno squarcio sulla tela disegnata dalla natura

_____________


Far from the clamor of tourists on the ski fields, there are places of peace and solitude where the only noise is silence. On the slopes of Monte Tantanè (2733 mts) in Valle D'Aosta, at an altitude of 2400 mts, you arrive a little tired but satisfied. The others, in the near valley, go up with the various lifts; we arrive on foot with our legs and our snowshoes, but staying well away from them, from those slopes beaten by snowmobiles and prepared for the need to slide down from the top. Do you want to get to the top with your legs? Do you want to stop and look at what's around, without others sticking to your elbows? Do you want to walk on fresh snow, uphill and conquer the wonders that lie before your eyes? The mountain must be earned, with difficulty, and must be respected. Those metal poles and those cables suspended in the landscape are a gash on the canvas designed by nature
 Comments

Sono un pò stanco - I'm a little tired

 Permalink

Devo ammetterlo, in questo periodo sono un pò più nervoso del solito. Si sta per configurare nel mio ambiente di lavoro un cambiamento importante, quando sono giunto ormai a quell’età in cui si comincia a guardare alla cessazione dell’attività lavorativa. Medico da 36 anni, ho lavorato molto duramente come cardiochirurgo  per oltre trent’anni, passando gran parte della mia vita nelle sale operatorie, operando qualche migliaio (realmente) di pazienti. E ora sono un po’ stanco. A giorni arriverà un nuovo primario, che oggi si chiama direttore, ed è ovviamente e giustamente più giovane del sottoscritto. Noi medici più anziani nella sanità italiana siamo impantanati tra le contraddizioni di questo paese. Vogliono farci lavorare fino a settant’anni, ma i giovani trovano un lavoro con affanno, spesso lontano da casa o come soluzione di ripiego, mentre si dice che ci sarà sempre più carenza di medici, soprattutto chirurghi. E io dopo trent’anni e passa sarò ancora lì a ricominciare da capo un’altra avventura, di giorno e di notte, di domenica e durante le feste, da una vita ormai,  ma non so se ne avrò più molta voglia. Cosa succederà da domani? Riuscirò a mantenere intatta la mia dignità professionale e personale, faticosamente costruita  in oltre 30 anni di duro lavoro? In questo paese, purtroppo, tutto è possibile. La sanità italiana ha subito un notevole cambiamento, vissuto personalmente, da quando gli ospedali sono diventati, da un giorno all’altro, aziende e i medici “promossi” a dirigenti. E purtroppo, quelli che una volta si chiamavano pazienti, sono stati trasformati in utenti. È andata perduta la relazione tra chi soffre e chi cura nel nome dei bilanci. E ho visto colleghi che hanno lavorato duramente negli anni sparire all'improvviso dai radar di coloro che sono nella stanza dei bottoni. E’ noto che io non mi ritrovo più da tempo in questo ambiente. Ma dovrò ancora resistere, speriamo per non molto, come sempre ho fatto fino ad ora. Ma sono un pò stanco.

—————

I have to admit, in this period I'm a little more nervous than usual. An important change is about to take place in my job, while I have now reached that age not much far from the cessation of work. A doctor for 36 years, I have worked very hard as a cardiac surgeon for over thirty years, spending most of my life in operating rooms, operating a few thousand (really) patients. And now I'm a little tired. A new director of my cardiac surgery department will arrive in days and he is, obviously and justly, younger than myself. We older doctors in Italian healthcare are mired in the contradictions of this country. They want to let us work until to 70 years, but young people find a job with difficulty, often away from home or as a makeshift solution, while it is said that there will be an increasing shortage of doctors, especially surgeons. And after over 30 years I  still am here to start another adventure, day and night, Sunday and festivity, as from a lifetime now; but I don't know if I will have a great desire. What will happen tomorrow? Will I be able to keep my professional and personal dignity intact, painstakingly built in over 30 years of hard work? In this country, unfortunately, everything is possible.  Italian healthcare has undergone a significant change, experienced personally, since hospitals became companies and doctors "promoted" to managers overnight. And unfortunately, what were once called patients have been turned into consumers. The relationship between those who suffer and those who care has been lost in the name of financial statements. And I have seen colleagues who have worked hard over the years suddenly disappear from the radars of those in the button room. It is known that I am not happy in this environment for some time. But I will still have to resist, hopefully not for long, as I have always done up to now. But I'm a little tired.
 Comments

Scende la notte - Night falls

 Permalink

Il sole è ora nascosto dietro la montagna. La sua luce illumina ancora gran parte dell' orizzonte Ovest, ma so che presto l'oscurità prenderà possesso delle ore rimanenti e le stelle, prima lievi e poi più intense, come se si stessero lentamente alzando dal nulla, tappezzeranno il cielo. Un'altra notte sta per iniziare. Ho pianificato la mia sessione di astrofotografia per fotografare Sharpless 261, una debole nebulosa a emissione nella costellazione di Orione. La luna sorgerà a mezzanotte circa e avrò solo 4 ore per gli scatti. Dedicherò queste 4 ore al filtro H-alpha, 15 minuti di esposizione base binning 1 con la mia configurazione "leggera": Takahashi FSQ 106N e camera ccd SBIG STF8300M con filtri Baader a banda stretta. Il seeing non è granché, ma non importa: l'occhio elettronico ha voglia di guardare. Da domani le condizioni meteorologiche peggioreranno. Dovrò aspettare un po' per il resto.

________________


The sun is now hidden behind the mountain. Its light still illuminates much of the West horizon, but I know that soon the darkness will take possession of the remaining hours and the stars, first mild and then more intense, as if they were slowly rising from nowhere, will wallpaper the sky. Another night is about to begin. I have planned my astrophotography session to take a picture of Sharpless 261, a faint emission nebula in the constellation of Orion. The moon will rise at midnight and I will only have about 4 hours for the shots. I will dedicate these 4 hours to the H-alpha filter, 15 minutes of unbinned subexposures with my "light" setup: Takahashi FSQ 106N and SBIG STF8300M ccd camera with Baader narrowband filters. Seeing is not that great, but it doesn't matter: the electronic eye wants to look. From tomorrow the weather conditions will worsen. I will have to wait a while for the rest.

 Comments

Perché un Blog? - Why a Blog?

 Permalink


Perché un blog? Bene, non so dire il perché. Per il mio carattere sono sempre stato un tipo solitario. Non ho molti amici, ho dovuto lasciare la mia città, Roma, più di trenta anni fa e ho lasciato lì amici e parenti. Ho iniziato a lavorare nel Nord Italia e ho creato una famiglia. Le uniche persone che mi sono vicine, infatti, sono mia moglie e i miei figli (I Tre Porcellini, quando erano bimbi - Three Little Pigs ...). Ma sono sempre stato un solitario. Mi sono immerso in una passione come quella dell'astronomia che per la maggior parte è coltivata in solitudine. Anche se, sotto un cielo di stelle e con la mente in piena sintonia  con l'universo, in realtà non siamo poi così soli. Pratico un minimo di attività sportiva, sebbene l’età avanzi, come la pesca subacquea. Anche qui un paio di amici con cui andare, ma alla fine questa disciplina viene praticata in solitudine. Ho amato e amo ancora scalare le vette delle montagne. Da giovane ero un bravo alpinista e sono stato in grado di guardare il mondo da oltre 4000 metri di altezza. Per motivi di sicurezza non ero mai solo in quel momento, ma poi, nel tempo e quando le difficoltà diminuivano, preferivo godermi il silenzio dalla cima di un picco ... in solitudine. Ma sono stato, almeno in parte, in grado di condividere questa esperienza con mia moglie. Sono anche appassionato di filatelia e possiedo molte collezioni di francobolli; quando sono a casa nel tempo libero posso dedicarmi a loro e anche qui sono solo io e i miei francobolli. Infine,  ho coltivato il gioco degli scacchi a buoni livelli. Ho partecipato a vari tornei in gioventù, ma anche questo non è un gioco di squadra. Per il mio carattere riservato, per il mio lavoro che mi ha tenuto lontano molte ore del giorno dalla mia famiglia (questa è stata e continuerà ad essere la mia vera amarezza, ma sono dovuto invecchiare per rendermene conto) e un po’ per queste mie passioni "solitarie", i miei figli non hanno potuto interagire molto con me.  Quindi nessuno di loro è interessato all'astronomia o alla fotografia del cielo, alla filatelia o alla pesca subacquea. Mia moglie mi dice sempre che ho scelto un lavoro e degli hobby fatti apposta per espandere il mio ego solitario. Allora perché questo blog? Non lo so, probabilmente è per parlare a me stesso. Per quanto un blog possa essere un modo per condividere i tuoi pensieri online e accettarne altri, anche quelli critici, credo che nessuno leggerà mai questi miei pensieri.  Non lo pubblicizzerò per esempio, lo inserirò nella barra di navigazione, quasi nascosto, se qualcuno volesse dargli un'occhiata casuale. Dopotutto, è un modo come un altro per scrivere ciò che in gioventù ho sempre considerato "roba da ragazze", una specie di diario. Verrò qui su questo blog per dare sfogo ai miei pensieri, come se a leggerli fosse un’altra persona. Ma tutto sommato è come se li avessi rivelati anche a qualcun altro. Chissà, potrebbe essere un buon sistema per farsi alcune domande e darsi altrettante risposte. E così ecco che il 2020 inizia con questo esperimento. Potrebbe durare per un breve periodo, ma non costa nulla.

_____________


Why a blog? Well, I can't say why. For my character I have always been a lonely guy. I don't have many friends, I had to leave my city, Rome, more than thirty years ago and I left friends and relatives there. I began to work in Northern Italy and started a family. The only people who are close to me, in fact, are my wife and my sons (Three Little Pigs …when they were children). But I've always been a loner. I immersed myself in a passion like that of astronomy which, for the most part,  is cultivated in solitude. Although, under a sky of stars and with the mind in full harmony with the universe, in reality we are not so alone after all. I practice a minimum of sporting activity, although I age, like spearfishing. Here, too, a couple of friends to go with, but in the end this discipline is practiced in solitude. I loved and still love to climb the mountain peaks. As a young man I was a good climber and I was able to watch the world from over 4000 meters high. For security reasons I was never alone at that moment, but then, over time and when the difficulties diminished, I preferred to enjoy the silence from the top of a peak ... in solitude. But I was, at least in part, able to share this experience with my wife. I am also fond of philately and I own many stamp collections; when I am at home in my spare time I can dedicate myself to them and here too it is just me and my stamps. Finally, I have cultivated chess at good levels. I have participated in various tournaments in my youth, but this is also not a team game. For my reserved character, for my work that has kept me away many hours of the day from my family (this has been and will continue to be my true bitterness, but I had to grow old to realize it) and a little for these mine "solitary" passions, my sons could not interact much with me. So none of them are interested in astronomy or sky photography, philately or underwater fishing. My wife always tells me that I have chosen a job and hobbies made to expand my lonely ego. So why this blog? I don't know, it's probably for talking to myself. As much as a blog can be a way to share your thoughts online and accept others, even critical ones, I don't think anyone will ever read these thoughts of mine.  I will not advertise it for example, I will insert it in the navigation bar, almost hidden, if someone wanted to take a look at it casually. After all, it is a way like any other to write what in my youth I have always considered "girl stuff",  a kind of diary. I will come here on this blog to give vent to my thoughts, as if it were another person reading them. But all in all it is as if I have revealed them to someone else. Who knows, it could be a good system to ask yourself some questions and give yourself as many answers. And so here is that 2020 begins with this experiment. It could last for a short time, but it costs nothing.

 Comments